Questo sito non si avvale di cookie proprietari e non è interessato ad alcuna profilazione essendo nato solo per scopi didattico-culturali. Tuttavia possono esserci strumenti di terze parti (ad es. della Società che fornisce lo spazio web) che possono monitorare il sito, indipendentemente dalla volontà e responsabilità del webmaster. Se chi legge le pagine di questo sito non vuole utilizzare i cookie, può leggere qui come fare. In ogni caso chi prosegue a leggere e a scorrere le pagine di questo sito web, acconsente al loro eventuale tracciamento.

I p e r c u l t u r a

Crocevia di arti e scienze.



cliccare per leggere l'articolo "LA SFINGE" DI LUIGI CAPUANA: UN ROMANZO PIRANDELLIANO ANTE LITTERAM?Luigi Capuana (Mineo 1839 - Catania 1915), il teorico del Verismo, nel 1895 pubblicò un romanzo breve, non verista, dal titolo "La Sfinge". La sua trama ricalca gli stereotipi del romanzo sentimentale della sua epoca, incluso il tragico finale, ma a prescindere da questa emergono fra le sue pagine temi prettamente pirandelliani in anticipo sui tempi. Dal momento che proprio in quel periodo il giovane Pirandello, appena neolaureato, iniziava a frequentare il salotto di Capuana a Roma, si potrebbe anche sospettare che la questione psicologico-letteraria tra "l'essere e l'apparire", tipicamente pirandelliana, ma anticipata nell'opera teatrale "Malìa" dello stesso Capuana, si sia generata proprio dal contatto culturale tra lo scrittore agrigentino e quello di Mineo. Leggi l'articolo

cliccare per leggere l'articolo RACCONTARE IN BIANCO E NERO: GIOVANNI VERGA FOTOGRAFO ED IL SUO STILE VERISTA Ogni volta che nel panorama storico di una data epoca entra in scena un nuovo medium, una tecnologia cioè legata alle comunicazioni di massa, anche la lingua, le forme stilistiche e le espressioni artistiche vengono sollecitate a cambiare e ad assumere nuovi caratteri e nuove qualità. E' il caso della letteratura verista e di Giovanni Verga che condizionato dalla sua passione per la fotografia finì per scrivere racconti e romanzi senza l'ausilio dei colori, in "bianco e nero". Leggi l'articolo

cliccare per leggere l'articolo IL VERISMO INCOLORE. GIOVANNI VERGA ED I SUOI RACCONTI IN BIANCO E NERO. Probabilmente ispirato dalla sua passione per la fotografia, all'epoca in bianco e nero, Giovanni Verga utilizzò con molta parsimonia i colori nei suoi racconti e nei suoi romanzi, anche quando doveva descrivere paesaggi e personaggi. Il risultato a livello stilistico fu un contrasto più spiccato fra personaggi e ambiente, sia naturale che sociale, ed anche maggiore efficacia in termini di impersonalità e distacco etico-emotivo, secondo i principi del Verismo. I racconti del Verga insomma, imitando l'obiettivo fotografico, sembrano proprio anticipare i film neorealistici del secondo dopoguerra. Leggi l'articolo.

Fernandel
rivista on line di racconti e interventi sulla narrativa contemporanea.
Penna d'oca
il faro per i naviganti nel mare della scrittura.
L'Indice
l'Indice dei libri del mese.
COPERTINA STORIA FILOSOFIA ARTE CINEMA LETTERATURA NATURA PERSONAGGI RECENSIONI L'AUTORE IL CAFFÈ LINK AMICI